ANSA - Libri:'Perché Sanremo è anche Sicilia', l'isola e il Festival.

Volume di Attardi, domani abbinato col quotidiano 'La Sicilia'

 

   (ANSA) - CATANIA, 2 FEB - Da domani sarà possibile acquistare in edicola, in abbinamento con il quotidiano La Sicilia, il nuovo libro di Giuseppe Attardi: 'Perché Sanremo è anche Sicilia', edito da Domenico Sanfilippo editore. Il volume, che ripercorre la storia dei siciliani che si sono avvicendati sul palco dell'Ariston, ha una prefazione di Pippo Baudo, storico conduttore del Festival di Sanremo. L'autore del libro, Giuseppe Attardi, giornalista professionista, da 25 anni inviato speciale del quotidiano La Sicilia al Festival.
    "Miei cari amici vicini e lontani, buonasera ovunque voi siate!" esclamò il palermitano Nunzio Filogamo la sera del 29 gennaio 1951, aprendo il primo Festival della canzone italiana. Una forte impronta siciliana che avrebbe segnato tutta la storia di Sanremo. Che si sarebbe identificato nell'apertura delle braccia di "Mister Volare" Domenico Modugno, "siciliano per necessità", e nella falcata di Pippo Baudo, siciliano per nascita, sul palco dell'Ariston. Siciliano è lo "zoccolo duro" della platea tv della manifestazione Rai: un fascino che ha stregato presentatori, cantanti, autori, gruppi, produttori artistici, discografici, ma anche politici, stilisti e persino una pornostar.
    Nel volume è possibile rivivere le storie più belle dei 68 anni di festival a cominciare da Domenico Modugno, consacratosi nel 1958 con "Nel blu dipinto di blu", evergreen dal successo planetario che mai è tramontato, per poi continuare con Carmen Consoli, la cantantessa catanese che ha rivoluzionato la canzone italiana al femminile e ha stretto un legame particolare con Nilla Pizzi, regina del Festival negli anni '50, recentemente scomparsa. Luca Madonia, Kaballà e i Bidiel raccontano le proprie esperienze.
    Molti sono i grandi nomi siciliani che hanno calcato l'Ariston e di cui il libro riferisce: da Franco Battiato a Roy Paci, passando per Mario Venuti, Sugarfree e Quartetto Cetra. Questo libro  rappresenta una piccola "enciclopedia" sulla presenza siciliana a Sanremo. (ANSA).

Speciale Workshop

Il giornalismo che verrà - La Sicilia

«Quattro giorni intensi e inattesi». Così, Paola, dottoranda alla Normale di Pisa, descrive il Workshop nazionale di giornalismo tenutosi a Catania dal 27 al 30 settembre. Il laboratorio ha visto 30 giovani, provenienti da sette atenei italiani, dialogare e lavorare proficuamente con direttori di giornali e inviati di testate nazionali, con fotoreporter e con giornalisti impegnati nel “desk”.