La Sicilia - Laura Salafia torna ai Benedettini e presenta il libro “Una forza di vita”

REDAZIONE LA SICILIA

Oggi alle 17,45, nel Coro di Notte del Monastero dei Benedettini, la prof.ssa Marina Paino, direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche (Disum), presenterà il libro di Laura Salafia "Una forza di vita" (Domenico Sanfilippo editore). Sarà questa la prima occasione, dopo l'incidente del luglio 2010, in cui la Salafia tornerà nella "sua" Università. Quel giorno, infatti, Laura, dopo aver superato un esame, si ritrovò in piazza Dante vittima innocente di una sparatoria fra balordi che la rese tetraplegica.Il libro "Una forza di vita" raccoglie gli articoli pubblicati da Laura su “La Sicilia” dal 2011 al 2017; in essi la studentessa lavoratrice di Sortino mostra, pur dentro una situazione di sofferenza, una sorprendente letizia e un coraggio non comune. «Per quanto posso - scrive Laura – guardo in faccia la sofferenza e, nonostante essa sembri essersi cucita addosso a me, ogni mattina quando mi sveglio mi ritrovo una letizia nel cuore». Attraverso il suo diario pubblico, Laura rilegge la propria vita e offre un'ipotesi originale per comprendere il dramma della società contemporanea. Introdurrà l'incontro il dott. Giuseppe Di Fazio, presidente del Comitato scientifico della Fondazione Dse. L'attrice Valeria Contadino leggerà alcuni brani del volume. Durante la manifestazione verrà ufficializzato il bando per un premio di laurea promosso dalla Fondazione "Domenico Sanfilippo editore". Il premio verrà conferito annualmente a due tesi di laurea (triennali o magistrali) che siano state redatte utilizzando come fonte primaria l'Archivio storico del quotidiano "La Sicilia". L'importo del premio, quest'anno, è 1.000 euro per ciascuna tesi premiata, che verrano corrisposti ai vincitori con una cerimonia pubblica il 15 marzo 2018, 73° anniversario della fondazione del quotidiano. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito fondazionedse.lasicilia.it o scrivere a fondazionedse@lasicilia.it.

 

© La Sicilia 10 Gennaio 2018

Speciale Workshop

Il giornalismo che verrà - La Sicilia

«Quattro giorni intensi e inattesi». Così, Paola, dottoranda alla Normale di Pisa, descrive il Workshop nazionale di giornalismo tenutosi a Catania dal 27 al 30 settembre. Il laboratorio ha visto 30 giovani, provenienti da sette atenei italiani, dialogare e lavorare proficuamente con direttori di giornali e inviati di testate nazionali, con fotoreporter e con giornalisti impegnati nel “desk”.