Graduatoria workshop nazionale di giornalismo "Raccontare la Sicilia. Raccontare il mediterraneo"

La commissione giudicatrice ha deciso, in considerazione dell’alto numero

di domande e del buon livello complessivo degli elaborati, di aumentare

 il numero dei partecipanti, inizialmente previsto per 25

fondazionedse.lasicilia.it - www.sicilianpost.it - www.scuolasuperiorecatania.it

Saranno 30 i giovani ammessi a partecipare al workshop di giornalismo “Raccontare la Sicilia. Raccontare il Mediterraneo”, organizzato dalla “Fondazione DSe” e dal “Sicilian Post” in collaborazione con il “Disum” dell’Università di Catania e la Scuola Superiore di Catania, che ospiterà l’evento dal 27 al 30 settembre.

La commissione giudicatrice – composta da Domenico Ciancio Sanfilippo, condirettore La Sicilia; Giuseppe Di Fazio, presidente del comitato scientifico della Fondazione Dse; Maria Caterina Paino, direttore del Disum; Francesco Priolo, presidente della Scuola Superiore di Catania; Giorgio Romeo, direttore del Sicilian Post; Lina Scalisi, coordinatrice della classe di Scienze umanistiche e sociali della Scuola Superiore di Catania - ha infatti deciso, in considerazione dell’alto numero di domande (quasi un centinaio, pervenute da tutta Italia) e del buon livello complessivo degli elaborati, di aumentare il numero dei partecipanti, inizialmente previsto per 25.

Avranno quindi l’opportunità di essere ammessi al laboratorio, cui parteciperanno come docenti alcuni dei più autorevoli nomi del giornalismo nazionale: Clara Artale; Daria Baglieri; Andrea Bianchi; Giuseppe Cannata; Hermes Carbone; Andrea Cassisi; Laura Cavallaro; Maria Stefania D'Angelo; Isabella Daniele; Fabio Fancello; Giulia Imbrogiano; Benedetta Intelisano; Daniela Marsala; Giuseppe Mendolia Calella; Paolo Francesco Minissale; Nicoletta Nativo; Joshua Nicolosi; Paolo Antonio Pagano; Martina Palumbo; Ingrid Perini; Francesca Rita Privitera; Francesco Raciti; Laura Rondinella; Maria Rosso; Antonia Russo; Maria Schilirò; Olga Stornello; Andrea Tisano; Paola Tricomi; Adriano Agatino Zuccaro.

I candidati selezionati dovranno, come da bando, confermare la propria partecipazione entro il 15 settembre 2018, inviando una mail all’indirizzo workshop@sicilianpost.it
Per coloro che provengono da fuori Catania, e che ne avessero necessità, è stata prevista una convenzione speciale con una residenza universitaria in città.

Du­ran­te i gior­ni di svol­gi­men­to del la­bo­ra­to­rio pren­de­ran­no par­te come do­cen­ti i gior­na­li­sti: Do­me­ni­co Cian­cio San­fi­lip­po (LA SI­CI­LIA); Giu­sep­pe Di Fa­zio(FON­DA­ZIO­NE DSE); Vin­cen­zo Mor­gan­te (RAI); Gior­gio Pao­luc­ci (AV­VE­NI­RE);  Gior­gio Ro­meo (SI­CI­LIAN POST); Ma­ria Pia Ros­si­gnaud (ME­DIA 2000/​OTM); Gui­do Ti­ber­ga (LA STAM­PA); Gio­van­ni Za­gni (PA­GEL­LA PO­LI­TI­CA); 

Speciale Workshop

Così i giornali ritornano utili - La Sicilia

A giudicare dal numero (quasi un centinaio) di domande di partecipazione al Workshop nazionale di giornalismo che si terrà a Catania a fine mese si direbbe che i giovani siano ancora affascinati dal mondo dell’informazione.
    Siamo noi giornalisti, forse, ad avere perso il gusto per la nostra professione, incapaci di stare al passo con la realtà, che sembra correre più veloce delle nostre analisi, e dubbiosi sull’utilità del nostro lavoro.
    La crisi del giornalismo, prima che nel calo della diffusione delle copie o dei ricavi pubblicitari, va ricercata in una pigrizia che impedisce agli operatori della comunicazione di raccontare i fatti per esperienza diretta, di tuffarsi nel pozzo della realtà per scandagliare ciò che c’è al fondo...