Laura Salafia

Giorno della memoria: L'ERSU lancia il libro di Laura Salafia

Martedì 30 gennaio 2018, alle ore 17.00, nell’Aula Magna dell’università di Catania, sita in Piazza Università, 2, nel corso della V edizione del “Giorno della Memoria”, organizzata dall’E.R.S.U. di Catania, verrà presentato il libro di Laura Salafia “Una forza di vita”. Il libro di Laura, ha detto il prof. Alessandro Cappellani, presidente dell’ERSU, è «un esempio di forza e determinazione, che vogliamo sostenere con tutte le nostre energie, estendendo l’invito a tutta la cittadinanza che vorrà ancora una volta stare al fianco di Laura».

La Sicilia - Il mondo di Laura

MASSIMO NARO

Il libro. La lettura di “Una forza di vita” di Laura Salafia procura un positivo turbamento, perché costringe a uscire dall’atarassia, dal disinteresse e dall’indifferenza. E a porsi la domanda: e se capitasse a me restare prigioniero di un respiratore, di una sedia a rotelle? Sarei capace di sorridere comunque e di pensare il meglio per gli altri? 

La Sicilia - Laura Salafia: «Che emozione tornare in questi corridoi»

CARMEN GRECO

Laura Salafia nella “sua” Università a sette anni e mezzo dal ferimento che l’ha resa paraplegica Ha presentato il libro «Una Forza di Vita» con i suoi articoli scritti negli anni per questo giornale.

La sedia a rotelle scivola lungo i corridoi del monastero dei Benedettini e Laura, quasi, si sente più piccola. Quando entra nel Coro di notte cala il silenzio ed un applauso incerto parte dalle ultime file. Solo quando si volge verso la platea e accenna un sorriso l’a pplauso diventa concreto.

Pagine

Speciale Workshop

Così i giornali ritornano utili - La Sicilia

A giudicare dal numero (quasi un centinaio) di domande di partecipazione al Workshop nazionale di giornalismo che si terrà a Catania a fine mese si direbbe che i giovani siano ancora affascinati dal mondo dell’informazione.
    Siamo noi giornalisti, forse, ad avere perso il gusto per la nostra professione, incapaci di stare al passo con la realtà, che sembra correre più veloce delle nostre analisi, e dubbiosi sull’utilità del nostro lavoro.
    La crisi del giornalismo, prima che nel calo della diffusione delle copie o dei ricavi pubblicitari, va ricercata in una pigrizia che impedisce agli operatori della comunicazione di raccontare i fatti per esperienza diretta, di tuffarsi nel pozzo della realtà per scandagliare ciò che c’è al fondo...